RITORNA ALLA HOMEPAGE
FONDATO DAL PROF. VITO RUBINO IL 12 LUGLIO 1896
PREMIATO NELLE ESPOSIZIONI DI ROMA, PALERMO, PARIGI, MARSALA
SETTIMANALE DI ATTUALITA' POLITICA, CULTURA, AGRICOLTURA, COOPERAZIONE, TURISMO, SPORT
ANNO 122 - NUMERO 13                                                                  MARSALA, 6 Ottobre 2018



Per leggere il giornale on line clicca su questo collegamento.





ENTRA nell'area download dove troverai oltre al Giornale l'Acrobat Reader v.5.





www.ilvomere.it







www.siciliaservizi.it











  




Ma non è il PD ad estinguersi. Sono i suoi elettori ad essere specie protetta. Come i panda



Il partito al 16,3%

Per quanta antipatia possa suscitare la classe dirigente politica più imbarazzate del mondo occidentale (stiamo parlando della dirigenza del Partito Democratico, qualora fosse necessario specificarlo), è sbagliato – a nostro avviso – dare tutta la colpa all’allegra comitiva capitanata da un Maurizio Martina sempre più (politicamente) emaciato.
Il tema vero è un altro.
Il tema è che non si sta estinguendo il PD, ma il suo elettorato. Cerchiamo di fare un po’ di materialismo storico.
Da quando la forma di Stato ha mutato la sua fisionomia da “Stato Liberale” a “democrazia pluralista”, i partiti nascono in quanto rappresentano una classe, un ceto, un preciso gruppo sociale. Questa è storia. Ma veniamo al presente. Negli asupici di chi lo fondò nel 2007, il PD doveva raccogliere tutte le forze di quelle sigle di centro-sinistra che attingevano forza dalla “società civile” (lemma orrorifico) del Paese. Diciamoci la verità, suvvia: non si trattava mica di “Communisti così!”, alla Mario Brega, ma di una precisa classe sociale che contava al suo interno l’elite della classe media dell’allora Italia. Professionisti, imprenditori, funzionari, professori di liceo, artigianato illuminato: insomma – per intenderci – quella piccola/media borghesia cresciuta durante la contestazione studentesca, socialmente impegnata, che “ce l’aveva fatta” economicamente, senza tuttavia perdere quell’afflato sociale che l’aveva portata in piazza, negli anni giovanili.




  Riccardo Rubino
  (Segue...)





IL SONDAGGIO
Ti piace la tua città ?
Molto
Si mi piace
Abbastanza
Cosi e cosi
No
Scapperei via
Guarda i risultati


Email info@ilvomere.it
CENTRO STAMPA RUBINO
L'arte nella stampa
Marsala - Via Trapani, 123 - Tel/Fax 0923.736272
ilvomere.it - Tutti i diritti riservati - Powered by SICILIASERVIZI.IT   email : i.internetservice@tin.it  webmaster G. G.