RITORNA ALLA HOMEPAGE
FONDATO DAL PROF. VITO RUBINO IL 12 LUGLIO 1896
PREMIATO NELLE ESPOSIZIONI DI ROMA, PALERMO, PARIGI, MARSALA
SETTIMANALE DI ATTUALITA' POLITICA, CULTURA, AGRICOLTURA, COOPERAZIONE, TURISMO, SPORT
ANNO 121 - NUMERO 6                                                                  MARSALA, 16 APRILE 2018



Per leggere il giornale on line clicca su questo collegamento.





ENTRA nell'area download dove troverai oltre al Giornale l'Acrobat Reader v.5.





www.ilvomere.it







www.siciliaservizi.it

Aeroporto: scrive Massimo Bellina sulla brutta piega che ha preso la nostra Marsala


Insomma il re appariva vestito prima della discussione in Consiglio e man mano che le cose andavano avanti con i vari interventi il re a poco a poco perdeva le vesti fino a restare nudo mostrando tutti i suoi limiti. I termini della questione eppure sono semplici. Disponiamo a qualche chilometro dalle nostre case di una struttura moderna ed efficiente in grado di servire anche aree molto più vaste della nostra provincia. Ho visto in giro per il mondo Città di gran lunga più grandi e popolose dotate di Aeroporti più piccoli e meno funzionali. Ho visto anche territori ad alta valenza turistica serviti da strutture ridicole e carenti rispetto a Birgi. Noi abbiamo rispetto a molti altri un vantaggio concreto e di inestimabile valore che purtroppo non è stato considerato tale se siamo arrivati al punto da temerne la chiusura o quanto meno la sottoutilizzazione. Certo è probabile che se Birgi non esistesse affatto nessuno ne patirebbe la mancanza. In fondo Punta Raisi è a soli 50 minuti di strada. Ed a mia memoria non ricordo alcuna grande area urbana nel mondo servita da due aeroporti la cui distanza fosse così ridotta. Non credo pertanto che la crescita o il consolidamento dei movimenti turistici verso la Sicilia occidentale possa essere messa a rischio da un Birgi non attivo. Il cuore del problema è invece un altro poiché rinunciando a Birgi ci priveremmo per incoscienza , ignoranza o manifesta colpevolezza di qualcuno, di quel grande benefit che ci consente di avere un aeroporto dietro la porta di casa. Insomma nella grande staffetta dello sviluppo turistico potremmo arrivare primi perché il testimone ci è stato consegnato con un vantaggio tale da potere surclassare chiunque ed ora a noi toccherebbe giungere al traguardo con serenità e senza patemi alla luce della distanza che ci separa dal resto dei competitors. Facile capire che per non vincere in queste condizioni bisogna veramente essere brocchi certificati.

ilvomere.it - Tutti i diritti riservati - Powered by SICILIASERVIZI.IT   email : i.internetservice@tin.it  webmaster G. G.