RITORNA ALLA HOMEPAGE
FONDATO DAL PROF. VITO RUBINO IL 12 LUGLIO 1896
PREMIATO NELLE ESPOSIZIONI DI ROMA, PALERMO, PARIGI, MARSALA
SETTIMANALE DI ATTUALITA' POLITICA, CULTURA, AGRICOLTURA, COOPERAZIONE, TURISMO, SPORT
ANNO 122 - NUMERO 8                                                                  MARSALA, 6 LUGLIO 2019



Per leggere il giornale on line clicca su questo collegamento.





ENTRA nell'area download dove troverai oltre al Giornale l'Acrobat Reader v.5.





www.ilvomere.it







www.siciliaservizi.it

PROGETTO “RINASCE”


Il progetto RINASCE (Interventi finalizzati al Recupero delle condizioni ambientali del bacino dello Stagnone di Marsala: applicazioni operative ed elaborazione di scenari) che il Comune di Marsala ha presentato sull’Azione 6.5.1. del PO-FESR 2014-2020, si propone di migliorare le condizioni ambientali dello Stagnone di Marsala attraverso il ripristino della circolazione idrica della parte nord occidentale della laguna. In particolare il progetto prevede di ripristinare alcuni canali presenti nella Bocca Nord e nella zona settentrionale dell’Isola Lunga al fine di migliorare la circolazione e diminuire i tempi di residenza nella zona a nord dell’isola di Mothia. Tali interventi insistono su aree dove sono già presenti dei canali che, quindi, vanno liberati e riconnessi col mare aperto e con la laguna.
Gli effetti di tali interventi saranno monitorati tramite un sistema di sensori appositamente installati. La batimetria attuale sarà misurata e utilizzata nella modellazione della circolazione generale e nella stima della variazione dei tempi di residenza. Ipotesi di intervento più generali saranno studiati e messi a disposizione sotto forma di scenari. Inoltre saranno condotti esami e caratterizzazioni sul comparto biotico, sul sedimento e sulla qualità delle acque.
Il progetto proposto risponde ai contenuti dettati dagli obiettivi 1 -2 e 3 della Strategia Nazionale per la Biodiversità. Infatti nell’ambito di tali priorità il progetto punterà alla conservazione della diversità biologica che sarà valutata realizzando un censimento delle specie endemiche vegetali ed ittiche presenti nell’areale considerato ed una analisi comparativa dei dati raccolti con quelli rilevati negli anni passati al fine di evidenziare eventuali differenze rispetto a condizioni pregresse. Coerentemente con l’Obiettivo 1 saranno anche considerati alcuni servizi ecosistemici forniti dall’area di studio, soprattutto in termini di supporto alla produzione ittica e di mitigazione del cambiamento climatico attraverso il sequestro e lo stoccaggio di carbonio nei sedimenti. Il progetto prevede anche interventi pilota di riforestazione della P. oceanica per verificare l’effettiva possibilità di ripristino delle condizioni ambientali precedenti, utilizzando sistemi innovativi di supporto già sperimentati con successo in altri contesti.
Infine il progetto punterà anche alla realizzazione di un piano di comunicazione, informazione e di educazione ambientale finalizzato ad una migliore conoscenza dell’area e dei temi ambientali, e vedrà il coinvolgimento degli attori locali, come scuole, pubbliche amministrazioni, popolazione locale e turisti.
I risultati attesi dal progetto avranno ricadute in campo scientifico e ambientale con implicazioni di tipo socio-economico e storico-culturale dei luoghi, consentendo lo sviluppo di un turismo maggiormente consapevole e la diffusione di una cultura ambientale partecipata e diffusa.
Per l’attuazione del progetto il Comune di Marsala si avvarrà della collaborazione scientifica di CoNISMa, attraverso ricercatori dei Dipartimenti di Scienze della Terra e del Mare e di Ingegneria dell’Unità Locale di Ricerca dell’Università di Palermo, del supporto del Libero Consorzio Comune di Trapani e del FAI con il quale è in corso l’attivazione di una convenzione.


*Ordinario di Ecologia del Dipart. di Scienza della Terra e del Mare
Università di Palermo

Antonio Mazzola*
ilvomere.it - Tutti i diritti riservati - Powered by SICILIASERVIZI.IT   email : i.internetservice@tin.it  webmaster G. G.